Locanda Trattoria Cesarina

Ma perchè decidere di andare a cena fuori il Lunedì, quando quasi tutti i locali della zona sono chiusi?

Risposta: non lo so, ma la Trattoria Cesarina a Pianello era aperta e ci è sembrato doveroso rifocillarci lì!

Optiamo per un bell’antipasto di salume con un assaggio di gnocco fritto, cipolline, sott’oli e insalata russa. Buono, ma se dovessi essere pignolo un po’ freddo da frigo e tagliato spesso (suppongo che tutta la cena sia un po’ stata influenzata dal fatto di non avere prenotato e che fosse Lunedì)

Bis di primi classici: Tortelli burro e salvia e Pisarei. La mia preferenza va a questi ultimi, nella loro versione “pastosa” come si trovano spesso anche in famiglia, ma anche i tortelli erano buoni. Come secondo ci vengono proposti tagliata con rucola e grana, roast beef o pietanze alla griglia. Scegliamo 2 tagliate buone ma un po’ nervose e un roast beef.

Chiudiamo con un tiramisù molto ricco e goloso e 2 fette di crostata con marmellata e amaretti alla quale non riuscirei a dire di no nemmeno dopo il più lauto dei pasti.

Con caffè acqua e vino (una bottiglia di “Re dei Vivi” che non ho mai sentito né capito da dove provenga in zona Vicobarone e una bottiglia da ½ L di Poggi Azzali) abbiamo speso 33€ cad.

discreto -
buono -
ottimo -
non plus ultra