Ultima Notizia
26/09/2018
Ottobre è vicino ed è tempo di Utùbar GRASS: la rassegna enogastronomica piacentina organizzata dalla confraternita dei GRASS alla quale hanno aderito ventisette ristoranti presenti nella sua guida. Un evento che coprirà l’intero mese di ottobre con lo scopo di far conoscere le tradizioni culinarie del piacentino. La Confraternita dei GRASS, associazione di promozione sociale che si impegna dal 1999 a promuovere l’enogastronomia della provincia di Piacenza, organizza la Rassegna enogastronomica “Utùbar Grass 2108” in collaborazione con Unione Commercianti Piacenza, Confesercenti e FIPE, con l’obiettivo di far scoprire l’eccellenza della cucina locale e dei prodotti del territorio a sempre più persone provenienti non solo dal territorio stesso, ma anche da quelli contigui. L’evento è patrocinato dalla Provincia di Piacenza e dalla Regione Emilia Romagna. I ristoranti aderenti proporranno, per tutta la durata della Rassegna, per tutti i giorni della settimana, un menu composto da antipasto, primo, secondo e dolce, incluso anche il coperto e l’acqua, ad un prezzo complessivo scontato rispetto a quello normalmente praticato per i singoli piatti. In alcuni casi sono inclusi nel menu vino, caffè, liquore. Saranno inoltre proposte delle bottiglie di vino piacentino, in abbinamento al menu, a prezzo scontato, rispetto a quello normalmente in carta dei vini, per la Rassegna. Tutti i piatti presenti nei menu si baseranno su ricette tradizionali e prodotti del territorio. Le ricette dei piatti proposti da ogni ristorante saranno pubblicate dai GRASS sul loro sito internet, sui social media ad esso collegati (es. Facebook, Instagram, ecc.) e su un eventuale ricettario cartaceo. Per ogni ricetta pubblicata verrà indicato il ristorante che l’ha fornita. Non potevano mancare visite e degustazioni di vini presso le aziende vitivinicole del piacentino, così, ogni domenica, per tutto “l’Utùbar GRASS” è previsto un appuntamento con una cantina differente

vai alle notizie


 
  Le Guide Enogastronomiche

La Guida ai Ristoranti e alle Trattorie

Ristorante Le Tre Ganasce

Via S. Bartolomeo, 60 - Piacenza (PC)
tel.  0523-490097
Chiusura: Martedì

Parcheggio: Si parcheggia nelle vie adiacenti
data ultima visita: 09/2018



"Tre Ganasce" è un nome che evoca antiche suggestioni gastronomiche piacentine, fin da quando la trattoria si trovava all'inizio di via Sopramuro, tra i tanti appetitosi presidi che connotavano la zona di piazza Cavalli fino agli anni '80 e che sono poi scomparsi, insensatamente "immolati" ad uffici, banche e negozi (La Zocca, Sant'Ilario, Pasquino, l'Agnello, il Gotico tanto per citarne qualcuno.
Nella nuova location di via San Bartolomeo, nel cuore popolaresco di Piacenza, il "Tre Ganasce" ha vissuto di alterne fortune, fino all’approdo recente ma ormai consolidato ad una gestione a dir poco entusiasmante.
Andrea - il simpaticissimo titolare - è cresciuto a una scuola d'eccezione: i suoi maestri sono stati Renato e la Carmen, nei lunghi anni in cui ha lavorato come cameriere all'Agnello. E i loro insegnamenti non sono stati vani poiché nel suo piccolo tempio della territorialità gastronomica piacentina ha riproposto quella cucina ruspante e genuina, casalinga ma di qualità che connotava il celebre ristorante di piazza Cavalli.
Già l'amouse bouche che propone il locale induce il buon umore, con croccante polenta ammorbidita da saporita pancetta Dop, la rituale "pistè ad grass" ed una selezione di salumi che va oltre la tradizione piacentina.
I primi celebrano la nostra tipicità con tutti i grandi classici (tortelli, pisarei e anolini) e in aggiunta anche piatti della tradizione contadina povera, ma oggi molto apprezzata, come le zuppe nonché fantasiose proposte stagionali. I secondi riportano alla mente, all'olfatto e al palato i gusti dei pranzi domenicali di casa nostra: può uscire un sontuoso piatto di bolliti misti ma anche un cotechino in umido con le patate. Insomma, i piatti che preparavano le nostre nonne, riletti dalla virtuosa moglie di Andrea. Taccio dei dolci giacché il solo nominarli mi graverebbe di un paio di chili, posso però dire che sono tutti rigorosamente di preparazione autoctona.
L'atmosfera è più soft ed elegante rispetto a una normale trattoria, ma non deve trarre in inganno, si respira comunque un'aria informale e popolaresca. E la carta dei vini si appalesa adeguata interamente concentrata sulle cantine nostrane in linea con una cucina così spiccatamente autoctona.

Il prezzo per un pasto completo dall’antipasto al dolce, bevande escluse, si aggira attorno 35 euro.

Carte di Credito: le principali + bancomat


Antipasti Salumi
Primi Secondi
Dolci Vino
Quantita' Ambiente
Prezzo Voto Globale

(discreto -buono -ottimo -non plus ultra )

Confraternita dei Grass - Piacenza - C.F. 91078890331
Tutti i diritti di sfruttamento sono riservati