Ultima Notizia
26/09/2018
Ottobre è vicino ed è tempo di Utùbar GRASS: la rassegna enogastronomica piacentina organizzata dalla confraternita dei GRASS alla quale hanno aderito ventisette ristoranti presenti nella sua guida. Un evento che coprirà l’intero mese di ottobre con lo scopo di far conoscere le tradizioni culinarie del piacentino. La Confraternita dei GRASS, associazione di promozione sociale che si impegna dal 1999 a promuovere l’enogastronomia della provincia di Piacenza, organizza la Rassegna enogastronomica “Utùbar Grass 2108” in collaborazione con Unione Commercianti Piacenza, Confesercenti e FIPE, con l’obiettivo di far scoprire l’eccellenza della cucina locale e dei prodotti del territorio a sempre più persone provenienti non solo dal territorio stesso, ma anche da quelli contigui. L’evento è patrocinato dalla Provincia di Piacenza e dalla Regione Emilia Romagna. I ristoranti aderenti proporranno, per tutta la durata della Rassegna, per tutti i giorni della settimana, un menu composto da antipasto, primo, secondo e dolce, incluso anche il coperto e l’acqua, ad un prezzo complessivo scontato rispetto a quello normalmente praticato per i singoli piatti. In alcuni casi sono inclusi nel menu vino, caffè, liquore. Saranno inoltre proposte delle bottiglie di vino piacentino, in abbinamento al menu, a prezzo scontato, rispetto a quello normalmente in carta dei vini, per la Rassegna. Tutti i piatti presenti nei menu si baseranno su ricette tradizionali e prodotti del territorio. Le ricette dei piatti proposti da ogni ristorante saranno pubblicate dai GRASS sul loro sito internet, sui social media ad esso collegati (es. Facebook, Instagram, ecc.) e su un eventuale ricettario cartaceo. Per ogni ricetta pubblicata verrà indicato il ristorante che l’ha fornita. Non potevano mancare visite e degustazioni di vini presso le aziende vitivinicole del piacentino, così, ogni domenica, per tutto “l’Utùbar GRASS” è previsto un appuntamento con una cantina differente

vai alle notizie


 
  Le Guide Enogastronomiche

La Guida ai Ristoranti e alle Trattorie

Osteria La Scianza

ha una pagina facebook
Località Scianza, Via Lisamara, Zerba (PC)
tel.  349 234 2730
Chiusura: sempre aperto a pranzo, la sera solo su prenotazione

Per arrivarci: Da Piacenza prendere la SS45 di Val Trebbia eseguirla per 65 km superando Bobbio e Marsaglia. Al bivio a destra, prima di Ottone, prendere per Zerba-Val Boreca e seguire la strada fino a Zerba. Il locale è sulla destra quasi in fondo al paese.
Parcheggio: Si parcheggia sui lati della strada, con un po' di creatività
Coperti: 30+30

data ultima visita: 07/2018



Baluardo della gastronomia in un comune di alta montagna e a rischio spopolamento, la Scianza ha ridato da poco un luogo di ritrovo agli abitanti della Val Boreca, che è una valle magnifica e selvaggia, ma anche isolata, a cavallo tra quattro regioni: poco più avanti c'è infatti l'unica strada che dall'Emilia scende direttamente in val Curone (Piemonte), a destra di scende nell'Oltrepo Pavese (Lombardia), mentre la Liguria è appena più a sud. L'artefice della riapertura è Claudia Borrè, sindaco del paese e la cui famiglia gestiva una drogheria tra quelle mura alcuni decenni fa.
La cucina è semplice e fondata sul territorio, che sente l'influenza sia piacentina che ligure.
Quando siamo stati ci sono stati offerti: salumi prodotti dalla casa e formaggi dell'Alto Appennino, maccheroni alla bobbiese con funghi porcini e lasagnette verdi al pesto genovese, poi piccola di cavallo e coniglio alla ligure. Come dolce latte in piedi con lamponi della Val Boreca. Qualità casalinga, porzioni pantagrueliche. Il vino offerto è quello di produttori locali. Ottimo luogo per una gita domenicale, magari dopo un trekking tra le meravigliose montagne.

Si spendono al massimo 25 euro.

Carte di Credito: le principali + bancomat


Antipasti Salumi
Primi Secondi
Dolci Vino
Quantita' Ambiente
Prezzo Voto Globale

(discreto -buono -ottimo -non plus ultra )

Confraternita dei Grass - Piacenza - C.F. 91078890331
Tutti i diritti di sfruttamento sono riservati