Ultima Notizia
26/09/2018
Ottobre è vicino ed è tempo di Utùbar GRASS: la rassegna enogastronomica piacentina organizzata dalla confraternita dei GRASS alla quale hanno aderito ventisette ristoranti presenti nella sua guida. Un evento che coprirà l’intero mese di ottobre con lo scopo di far conoscere le tradizioni culinarie del piacentino. La Confraternita dei GRASS, associazione di promozione sociale che si impegna dal 1999 a promuovere l’enogastronomia della provincia di Piacenza, organizza la Rassegna enogastronomica “Utùbar Grass 2108” in collaborazione con Unione Commercianti Piacenza, Confesercenti e FIPE, con l’obiettivo di far scoprire l’eccellenza della cucina locale e dei prodotti del territorio a sempre più persone provenienti non solo dal territorio stesso, ma anche da quelli contigui. L’evento è patrocinato dalla Provincia di Piacenza e dalla Regione Emilia Romagna. I ristoranti aderenti proporranno, per tutta la durata della Rassegna, per tutti i giorni della settimana, un menu composto da antipasto, primo, secondo e dolce, incluso anche il coperto e l’acqua, ad un prezzo complessivo scontato rispetto a quello normalmente praticato per i singoli piatti. In alcuni casi sono inclusi nel menu vino, caffè, liquore. Saranno inoltre proposte delle bottiglie di vino piacentino, in abbinamento al menu, a prezzo scontato, rispetto a quello normalmente in carta dei vini, per la Rassegna. Tutti i piatti presenti nei menu si baseranno su ricette tradizionali e prodotti del territorio. Le ricette dei piatti proposti da ogni ristorante saranno pubblicate dai GRASS sul loro sito internet, sui social media ad esso collegati (es. Facebook, Instagram, ecc.) e su un eventuale ricettario cartaceo. Per ogni ricetta pubblicata verrà indicato il ristorante che l’ha fornita. Non potevano mancare visite e degustazioni di vini presso le aziende vitivinicole del piacentino, così, ogni domenica, per tutto “l’Utùbar GRASS” è previsto un appuntamento con una cantina differente

vai alle notizie


 
  Le Guide Enogastronomiche

La Guida ai Ristoranti e alle Trattorie

Ristorante Enoteca San Nicola

http://www.ristorantesannicola.it/
Contrada San Nicola, 11
tel.  0523/932355
Chiusura: nd

Per arrivarci: Da Piacenza prendere la SS45 di Val Trebbia in direzione Bobbio-Genova. Superare Rivergaro e Perino, e proseguendo entrare al primo svincolo di Bobbio, quello con la statua bianca di San Colobano, e seguire la strada fino alla piazza con la fontana. Parcheggiate nel parcheggio a sinistra e incamminatevi nel borgo verso il Duomo. Poco oltre la metà della contrada, sulla destra vedete l'indicazione per il convento di San Nicola: seguite la via quasi fino in fondo: a sinistra troverete la facciata della chiesa di San Nicola, dove ha sede il "book bar", per il ristorante girate l'angolo e citofonate.
Parcheggio: Si può parcheggiare nel parcheggio di piazza San Francesco e poi si fanno due passi tra le vie medievali di Bobbio
Coperti: 25

data ultima visita: 07/2018



Il San Nicola è uno dei locali più accoglienti che conosca: ambiente molto intimo suddiviso su quattro salette con tre o quattro tavoli ciascuna, arredato con cura, accoglienza calorosa ed attenta da parte dei camerieri e dell'oste, musica jazz in sottofondo. Il San Nicola occupa un complesso conventuale che si compone di chiesa adibita a sala da té, di solito chiusa la sera, e al convento, adibito a ristorante e albergo. La sera si entra da una porta laterale rispetto alla facciata della chiesa, suonando il campanello.
Il menu si compone normalmente da quattro opzioni per ciascuna delle quattro portate. Le scelte sono territoriali, a volte tradizionali, spesso interpretate in maniera che ho sempre trovato molto gradevole.
L'ultima volta che sono stato ho trovato in menu, tra gli antipasti, un piatto di salumi locali, una millefoglie di terrina di formaggi e pan briosche, crostini di lumache tiepide, polpettine di mortadella e arista. Tra i primi tagliolini al ragù d'anatra, chicche di ricotta con pistacchi e pancetta, vellutata di zucca e castagne, caramelle di patate al tartufo. Come secondi: stufato di manzo con polenta, coppa caramellata al Gutturnio, salmone al vapore con gnocchetti di riso, bocconcini di polo in crema di peperoni e quenelle di patate. Anche i dolci sono di assoluto interesse, anche se io preferisco sempre il piatto di formaggi che ne contiene almeno sette tipi diversi.
Prodigiosa è la scelta dei vini: sono disponibili centinaia di etichette nazionali ed estere: si può ordinare direttamente una bottiglia, oppure farsi consigliare dall'oste che è molto attento e, date le scelte fatte sul cibo, porta tre bottiglie secondo il suo gusto tra cui scegliere, tutte con il cartellino del prezzo attaccato al collo della bottiglia. Si possono trovare bottiglie eccellenti con più di dieci anni di invecchiamento a prezzi assolutamente ragionevoli.

Per un pasto completo si spendono circa 45 € a testa.

Carte di Credito: le principali + bancomat


Antipasti Salumi
Primi Secondi
Dolci Vino
Quantita' Ambiente
Prezzo Voto Globale

(discreto -buono -ottimo -non plus ultra )

Confraternita dei Grass - Piacenza - C.F. 91078890331
Tutti i diritti di sfruttamento sono riservati