Ultima Notizia
26/09/2018
Ottobre è vicino ed è tempo di Utùbar GRASS: la rassegna enogastronomica piacentina organizzata dalla confraternita dei GRASS alla quale hanno aderito ventisette ristoranti presenti nella sua guida. Un evento che coprirà l’intero mese di ottobre con lo scopo di far conoscere le tradizioni culinarie del piacentino. La Confraternita dei GRASS, associazione di promozione sociale che si impegna dal 1999 a promuovere l’enogastronomia della provincia di Piacenza, organizza la Rassegna enogastronomica “Utùbar Grass 2108” in collaborazione con Unione Commercianti Piacenza, Confesercenti e FIPE, con l’obiettivo di far scoprire l’eccellenza della cucina locale e dei prodotti del territorio a sempre più persone provenienti non solo dal territorio stesso, ma anche da quelli contigui. L’evento è patrocinato dalla Provincia di Piacenza e dalla Regione Emilia Romagna. I ristoranti aderenti proporranno, per tutta la durata della Rassegna, per tutti i giorni della settimana, un menu composto da antipasto, primo, secondo e dolce, incluso anche il coperto e l’acqua, ad un prezzo complessivo scontato rispetto a quello normalmente praticato per i singoli piatti. In alcuni casi sono inclusi nel menu vino, caffè, liquore. Saranno inoltre proposte delle bottiglie di vino piacentino, in abbinamento al menu, a prezzo scontato, rispetto a quello normalmente in carta dei vini, per la Rassegna. Tutti i piatti presenti nei menu si baseranno su ricette tradizionali e prodotti del territorio. Le ricette dei piatti proposti da ogni ristorante saranno pubblicate dai GRASS sul loro sito internet, sui social media ad esso collegati (es. Facebook, Instagram, ecc.) e su un eventuale ricettario cartaceo. Per ogni ricetta pubblicata verrà indicato il ristorante che l’ha fornita. Non potevano mancare visite e degustazioni di vini presso le aziende vitivinicole del piacentino, così, ogni domenica, per tutto “l’Utùbar GRASS” è previsto un appuntamento con una cantina differente

vai alle notizie


 
  Le Guide Enogastronomiche

La Guida ai Ristoranti e alle Trattorie

Ristorante Riva

http://www.ristoranteriva.it/
Località Riva, 16 - Ponte dell'Olio (PC)
tel.  0523 / 875193
Chiusura: lunedì tutto il giorno e martedì a mezzogiorno

Per arrivarci: Da Piacenza prendere la provinciale della Val Nure in direzione Grazzano Visconti-Bettola. Dopo venti chilometri circa, superato Ponte dell'Olio, prendere a destra in direzione Riva. Il ristorante è sulla destra appena dopo il castello.
Parcheggio: Si parcheggia lungo la strada
Coperti: 100

data ultima visita: 02/2018



Il ristorante Riva propone da oltre vent'anni un'ottimo esempio di cucina di territorio, sapientemente preparata con l'attenzione a non modificare il sapore delle materie prime di partenza. Il ristorante è gestito da Carla Aradelli in cucina con il marito Maurizio Rossi in sala e in cantina. L'offerta è molto vasta e cambia stagionalmente. Carla si diverte a cucinare le materie prime più diverse e non sbaglia mai. Quando non è ai fornelli, le piace parlare di cucina e di gastronomia in generale, ed è facile passare delle mezz'ore senza accorgersene a palare delle diverse weltanschauung sulla gastronomia tra tradizione, territorio, qualità e innovazione. Carla organizza anche interessanti corsi di cucina.
Possiamo citare, come esempio di quello che si può trovare, tra gli antipasti salumi locali con giardiniera e gnocco fritto, l'uovo della chef con cardi, fonduta di toma e tartufo, panino gourmet di foie gras, speck d'oca, pere mostardate e purè mela cotogna, tortino di cipolle, tartufo nero della Val Nure e sale grosso (omaggio a Georges Cogny, maestro di Carla), lumache gratinate al burro di scalogno e nocciole, terrina di cinghiale con castagnaccio e radicchio e altre cose di mare; come primi risotto "Acquerello" al tartufo mantecato al Castelmagno, ravioli di melanzana "cacio e pepe" e tartufo, pisarei e faso con cozze e zucca, maccheroni fatti al ferretto conditi ai porcini e croste di pane, polentina morbida di mais agostinello con merluzzo e verza, tagliolini ai "20 tuorli" con scalogno, crudo di gamberi e caviale di Pandino. I secondi, suddivisi tra carne e pesce, possono includere ad esempio piatti come carne cruda di manzo con tartufo nero, bufalina e zabajone salato, carpaccio di testina e salame cotto all'olio di rucola e insalatine, carrè d'agnello al fumo con cime di rapa e olive, maialino alla piastra ai finferli con schiacciata di patate, faraona ripiena al tartufo e castagne con patè di fegatini e radicchio, coscia d'anitra confit con agrodolce di frutta di stagione e marmellata di cipolle, e altre proposte di pesce di mare.
Anche i dessert sono molto vari e deliziosi. E' disponibile anche un'ottima selezione di formaggi.
Da velutare è il menu degustazione a 60 €.
La carta dei vini, curata da Maurizio, comprende moltissime etichette locali, nazionali ed estere, sempre di ottima qualità; si possono trovare anche bottiglie più vecchie di dieci anni a prezzi abbordabili.

Per un pasto completo si spendono almeno 80 euro.

Carte di Credito: tutte + bancomat


Antipasti Salumi
Primi Secondi
Dolci Vino
Quantita' Ambiente
Prezzo Voto Globale

(discreto -buono -ottimo -non plus ultra )

Confraternita dei Grass - Piacenza - C.F. 91078890331
Tutti i diritti di sfruttamento sono riservati