Ultima Notizia
26/09/2018
Ottobre è vicino ed è tempo di Utùbar GRASS: la rassegna enogastronomica piacentina organizzata dalla confraternita dei GRASS alla quale hanno aderito ventisette ristoranti presenti nella sua guida. Un evento che coprirà l’intero mese di ottobre con lo scopo di far conoscere le tradizioni culinarie del piacentino. La Confraternita dei GRASS, associazione di promozione sociale che si impegna dal 1999 a promuovere l’enogastronomia della provincia di Piacenza, organizza la Rassegna enogastronomica “Utùbar Grass 2108” in collaborazione con Unione Commercianti Piacenza, Confesercenti e FIPE, con l’obiettivo di far scoprire l’eccellenza della cucina locale e dei prodotti del territorio a sempre più persone provenienti non solo dal territorio stesso, ma anche da quelli contigui. L’evento è patrocinato dalla Provincia di Piacenza e dalla Regione Emilia Romagna. I ristoranti aderenti proporranno, per tutta la durata della Rassegna, per tutti i giorni della settimana, un menu composto da antipasto, primo, secondo e dolce, incluso anche il coperto e l’acqua, ad un prezzo complessivo scontato rispetto a quello normalmente praticato per i singoli piatti. In alcuni casi sono inclusi nel menu vino, caffè, liquore. Saranno inoltre proposte delle bottiglie di vino piacentino, in abbinamento al menu, a prezzo scontato, rispetto a quello normalmente in carta dei vini, per la Rassegna. Tutti i piatti presenti nei menu si baseranno su ricette tradizionali e prodotti del territorio. Le ricette dei piatti proposti da ogni ristorante saranno pubblicate dai GRASS sul loro sito internet, sui social media ad esso collegati (es. Facebook, Instagram, ecc.) e su un eventuale ricettario cartaceo. Per ogni ricetta pubblicata verrà indicato il ristorante che l’ha fornita. Non potevano mancare visite e degustazioni di vini presso le aziende vitivinicole del piacentino, così, ogni domenica, per tutto “l’Utùbar GRASS” è previsto un appuntamento con una cantina differente

vai alle notizie


 
  Le Guide Enogastronomiche

La Guida ai Ristoranti e alle Trattorie

Bar Trattoria Harry’s

Localita' Settesorelle, 11 - Vernasca (PC)
tel.  0523 899218
Chiusura: lunedì

Per arrivarci: Da Piacenza prendere per Carpaneto (se si viene da Fiorenzuola seguire per Castell'Arquato), poi seguire per Castell'Arquato, quindi per Lugagnano, e da qui prendere la fondovalle che passa alla diga di Mignano (direzione Morfasso, non seguire per Vernasca). Si procede per una dozzina di chilometri, finché sulla sinistra si trova l'indicazione per Settesorelle: si passa su un ponticello e si sale per un paio di chilometri. Il ristorante è sulla destra, avvolto in una curva a gomito
Parcheggio: Si parcheggia lungo la strada
Coperti: 40

data ultima visita: 02/2016



La Trattoria Harry's di Settesorelle è la capitale mondiale della Cinghialata: l'oste Marinello, dopo decenni di servizio sulle navi da crociera, sì è ritirato con la moglie in questo eremo montano dove personalmente presidede alla macellazione e lavorazione dei cinghiali che hanno l'onore e l'onere di vivere nel bosco di fianco. Nel menu si trovano carni e salumi di cinghiale, oltre a funghi e tartufi a seconda della stagione, tutto assolutamente a chilometri zero. Il locale è molto semplice, quasi spartano, se si fa eccezione per i molti quadri alle pareti che raffigurano delle belle donne formose, oltre ad un arazzo, di fianco al bancone del bar, che raffigura un cinghiale a dimensioni più che naturali: si entra dal bar e l'unica sala da pranzo è immediatamente dietro, che si affaccia sulla vallata.
L'ultima volta ci abbiamo organizzato la Cinghialata, e il menu è stato il seguente: salame di cinghiale insaccato dall'oste, coppa e culaccia (di maiale), funghi sott'olio, pappardelle al ragù di cinghiale, tortelli ricotta e spinaci al sugo di funghi (questi non erano al cinghiale, ma essendo una specialità della cuoca non ci siamo sentiti di dire di no), poi stracotto di cinghiale con la polenta, cosciotto e costine di cinghiale al forno con patate, e due dolcini per chiudere: torta "piacentina" di pasta frolla e amaretti, e un semifreddo, tutti fatti in casa.
Il vino della casa è un rosso molto casareccio che si abbina con la cucina, con il dolce viene servito un bianco sempre fatto in casa, sono disponibili una manciata di bottiglie di produttori della zona. Anche i liquori sono fatti in casa, sono diversi infusi di bacche e frutta.
Il servizio è molto genuino, l'oste Marinello si diverte a scherzare con gli avventori. Se si arriva un po' in anticipo si può chiedere come aperitivo il Marinello Special, ricetta segreta dell'oste, che apre lo stomaco anche a chi viene da un pranzo di matrimonio.

Per il pasto che vi ho descritto, incluso caffè e bargnolino della casa, abbiamo speso 30 €.

Carte di Credito: nessuna


Antipasti Salumi
Primi Secondi
Dolci Vino
Quantita' Ambiente
Prezzo Voto Globale

(discreto -buono -ottimo -non plus ultra )

Confraternita dei Grass - Piacenza - C.F. 91078890331
Tutti i diritti di sfruttamento sono riservati