Ultima Notizia
26/09/2018
Ottobre è vicino ed è tempo di Utùbar GRASS: la rassegna enogastronomica piacentina organizzata dalla confraternita dei GRASS alla quale hanno aderito ventisette ristoranti presenti nella sua guida. Un evento che coprirà l’intero mese di ottobre con lo scopo di far conoscere le tradizioni culinarie del piacentino. La Confraternita dei GRASS, associazione di promozione sociale che si impegna dal 1999 a promuovere l’enogastronomia della provincia di Piacenza, organizza la Rassegna enogastronomica “Utùbar Grass 2108” in collaborazione con Unione Commercianti Piacenza, Confesercenti e FIPE, con l’obiettivo di far scoprire l’eccellenza della cucina locale e dei prodotti del territorio a sempre più persone provenienti non solo dal territorio stesso, ma anche da quelli contigui. L’evento è patrocinato dalla Provincia di Piacenza e dalla Regione Emilia Romagna. I ristoranti aderenti proporranno, per tutta la durata della Rassegna, per tutti i giorni della settimana, un menu composto da antipasto, primo, secondo e dolce, incluso anche il coperto e l’acqua, ad un prezzo complessivo scontato rispetto a quello normalmente praticato per i singoli piatti. In alcuni casi sono inclusi nel menu vino, caffè, liquore. Saranno inoltre proposte delle bottiglie di vino piacentino, in abbinamento al menu, a prezzo scontato, rispetto a quello normalmente in carta dei vini, per la Rassegna. Tutti i piatti presenti nei menu si baseranno su ricette tradizionali e prodotti del territorio. Le ricette dei piatti proposti da ogni ristorante saranno pubblicate dai GRASS sul loro sito internet, sui social media ad esso collegati (es. Facebook, Instagram, ecc.) e su un eventuale ricettario cartaceo. Per ogni ricetta pubblicata verrà indicato il ristorante che l’ha fornita. Non potevano mancare visite e degustazioni di vini presso le aziende vitivinicole del piacentino, così, ogni domenica, per tutto “l’Utùbar GRASS” è previsto un appuntamento con una cantina differente

vai alle notizie


 
  Le Guide Enogastronomiche

La Guida ai Ristoranti e alle Trattorie

Antica Trattoria Cattivelli

http://www.trattoriacattivelli.it
Loc. Isola Serafini di Monticelli
tel.  0523-829418
Chiusura: Martedì sera e il mercoledì

Per arrivarci: da Piacenza prendere per Cremona, appena prima di entrare a Monticelli si seguono le indicazioni sulla sinistra per Isola Serafini. Dalla A21 si esce a Caorso e si prende la SS10 per Cremona, poi si prosegue come detto sopra. Si parcheggia comodamente nel parcheggio riservato davanti al ristorante.
Parcheggio: Si parcheggia davanti al locale senza problemi.
Coperti: 250

data ultima visita: 06/2018



La trattoria Cattivelli si trova in una posizione unica: su un isolotto in mezzo al Po accanto alla nuova conca di navigazione che permette la navigazione del Grande Fiume fino a Piacenza. Anche la strada che conduce al locale è molto suggestiva, specialmente la sera, nell’oscurità che avvolge le golene. Proprio questa peculiare ubicazione influenza la cucina del locale, che non offre solo i piatti di terra tipici della cucina della bassa piacentina, ma anche diverse pietanze a base di pesce di fiume. Il locale, molto grande e con un bel giardino, si trova dopo qualche curva, lungo una stradina poco frequentata.
Nel menu vengono messi in rilievo i piatti realizzati con ingredienti prodotti localmente e viene posta grande attenzione alle materie prime utilizzate e alla loro stagionalità. Così, durante la nostra ultima visita, tra gli antipasti si potevano scegliere, oltre ai salumi – coppa e salame di produttori locali o culatello stagionato nelle cantine del ristorante – anche un luccio in salsa verde, un tortino di zucca e uno sformato di zucchine e melanzane.
Dalla lista dei primi, tutti fatti in casa, abbiamo scelto una grande specialità: il timballo di riso venere con gamberi di fiume, ma erano proposti anche maccheroni con ragu di porcini e zucca, gnocchetti di carote, cappelletti con cacio del Po, e non possono mancare i tradizionali tortelli piacentini e pisarei e fasò. I secondi si suddividono tra pesce (prevalentemente di fiume) e carne. Come piatti di pesce: storione stufato alle verdure, anguilla, acquadelle e pesce gatto in frittura; tra le carni: coscotto d'oca o faraona al forno, lumache in uido, filetto di maialino al miele, battuta di filetto.
Per finire la cena si può scegliere una selezione di formaggi nazionali a latte crudo oppure uno dei dolci della lunga e curata lista. In particolare noi abbiamo deciso di assaggiare la torta sabbiosa con crema al mascarpone: una vera delizia.
La carta dei vini è molto ampia, permette di scegliere etichette locali, nazionali ed estere, servite anche in mezze bottiglie o al bicchiere, e contempla anche un ampio catalogo di distillati.

Il conto per una cena completa si aggira sui 50 euro.

Carte di Credito: le principali + bancomat


Antipasti Salumi
Primi Secondi
Dolci Vino
Quantita' Ambiente
Prezzo Voto Globale

(discreto -buono -ottimo -non plus ultra )

Confraternita dei Grass - Piacenza - C.F. 91078890331
Tutti i diritti di sfruttamento sono riservati