Ultima Notizia
26/09/2018
Ottobre è vicino ed è tempo di Utùbar GRASS: la rassegna enogastronomica piacentina organizzata dalla confraternita dei GRASS alla quale hanno aderito ventisette ristoranti presenti nella sua guida. Un evento che coprirà l’intero mese di ottobre con lo scopo di far conoscere le tradizioni culinarie del piacentino. La Confraternita dei GRASS, associazione di promozione sociale che si impegna dal 1999 a promuovere l’enogastronomia della provincia di Piacenza, organizza la Rassegna enogastronomica “Utùbar Grass 2108” in collaborazione con Unione Commercianti Piacenza, Confesercenti e FIPE, con l’obiettivo di far scoprire l’eccellenza della cucina locale e dei prodotti del territorio a sempre più persone provenienti non solo dal territorio stesso, ma anche da quelli contigui. L’evento è patrocinato dalla Provincia di Piacenza e dalla Regione Emilia Romagna. I ristoranti aderenti proporranno, per tutta la durata della Rassegna, per tutti i giorni della settimana, un menu composto da antipasto, primo, secondo e dolce, incluso anche il coperto e l’acqua, ad un prezzo complessivo scontato rispetto a quello normalmente praticato per i singoli piatti. In alcuni casi sono inclusi nel menu vino, caffè, liquore. Saranno inoltre proposte delle bottiglie di vino piacentino, in abbinamento al menu, a prezzo scontato, rispetto a quello normalmente in carta dei vini, per la Rassegna. Tutti i piatti presenti nei menu si baseranno su ricette tradizionali e prodotti del territorio. Le ricette dei piatti proposti da ogni ristorante saranno pubblicate dai GRASS sul loro sito internet, sui social media ad esso collegati (es. Facebook, Instagram, ecc.) e su un eventuale ricettario cartaceo. Per ogni ricetta pubblicata verrà indicato il ristorante che l’ha fornita. Non potevano mancare visite e degustazioni di vini presso le aziende vitivinicole del piacentino, così, ogni domenica, per tutto “l’Utùbar GRASS” è previsto un appuntamento con una cantina differente

vai alle notizie


 
  Le Guide Enogastronomiche

La Guida ai Ristoranti e alle Trattorie

Trattoria la Pireina - (Il Gnasso)

Via Borghetto, 137 - Piacenza
tel.  0523-338578
Chiusura: Domenica sera e Lunedì tutto il giorno

Per arrivarci: Piacenza città - Via Borghetto 137
Parcheggio: Si parcheggia lungo la strada.
Coperti: 150

data ultima visita: 11/2018



Entrare alla Pireina è come fare un tuffo nel passato. L’ambiente e l’arredamento tipici della trattoria di una volta, le foto alle preti degli avventori, famosi e non, che hanno fatto visita al locale creano un’atmosfera veramente particolare. Sita nel cuore della città vecchia vi si fa ristorazione dal 1907. Il gestore Carlo Giacobbi, noto in città con il soprannome di “Gnasso” è un personaggio barbuto, dalla fisicità imponente, che mette un tantino in soggezione. Ma non lasciatevi ingannare dalle apparenze! Il locale è stato portato al successo dalla madre di Carlo, cuoca eccezionale, che faceva i tortelli più buoni di Piacenza. In questo caso la buona tradizione è stata tramandata di madre in figlio, permettendo alla Piereina di essere ancora oggi, sotto la sapiente guida del “gnasso” una delle trattorie più famose di Piacenza.
Si è accolti a tavola dall’immancabile ciotolina con la “pistà ad grass” (lardo pesto) e da “due fette” di salame servite tanto per ingannar l’attesa. Obbligatorio l’antipasto di salumi misti, coppa, salame, pancetta e culaccia (veramente buoni), serviti con ottimo gnocco fritto, morbido e non unto.
Proseguiamo con i primi e, seguendo la tradizione, assaggiamo i tortelli con la coda, i pisarei e fasò e gli anolini in brodo. Tutti di nostro gradimento e tutti rigorosamente di produzione propria.
Ingolositi dai numerosi secondi decidiamo di fare diversi assaggi spaziando dalla piccola di cavallo con polenta, alla trippa, allo stracotto di asinina. E anche qui le nostre papille gustative trovano soddisfazione. Il menù offre anche un’ampia scelta di arrosti, bolliti e la carne cruda di cavallo che alcuni miei commensali ordinano goliardicamente come dessert.
Chiudiamo facendo onore ai dolci che ci avevano accolto all’ingresso. Molto buono il tiramisù fatto in casa, ma a giudizio dei miei compagni di tavola sono ottime anche le crostate, la sbrisolona e la crema catalana.
I vini proposti, oltre a quello della casa, sono principalmente quelli del territorio.

Per un pranzo completo si spendono circa 35 € a testa.

Per un pranzo completo circa 35,00 € a testa

Carte di Credito: le principali + bancomat


Antipasti Salumi
Primi Secondi
Dolci Vino
Quantita' Ambiente
Prezzo Voto Globale

(discreto -buono -ottimo -non plus ultra )

Confraternita dei Grass - Piacenza - C.F. 91078890331
Tutti i diritti di sfruttamento sono riservati