Ultima Notizia
26/09/2018
Ottobre è vicino ed è tempo di Utùbar GRASS: la rassegna enogastronomica piacentina organizzata dalla confraternita dei GRASS alla quale hanno aderito ventisette ristoranti presenti nella sua guida. Un evento che coprirà l’intero mese di ottobre con lo scopo di far conoscere le tradizioni culinarie del piacentino. La Confraternita dei GRASS, associazione di promozione sociale che si impegna dal 1999 a promuovere l’enogastronomia della provincia di Piacenza, organizza la Rassegna enogastronomica “Utùbar Grass 2108” in collaborazione con Unione Commercianti Piacenza, Confesercenti e FIPE, con l’obiettivo di far scoprire l’eccellenza della cucina locale e dei prodotti del territorio a sempre più persone provenienti non solo dal territorio stesso, ma anche da quelli contigui. L’evento è patrocinato dalla Provincia di Piacenza e dalla Regione Emilia Romagna. I ristoranti aderenti proporranno, per tutta la durata della Rassegna, per tutti i giorni della settimana, un menu composto da antipasto, primo, secondo e dolce, incluso anche il coperto e l’acqua, ad un prezzo complessivo scontato rispetto a quello normalmente praticato per i singoli piatti. In alcuni casi sono inclusi nel menu vino, caffè, liquore. Saranno inoltre proposte delle bottiglie di vino piacentino, in abbinamento al menu, a prezzo scontato, rispetto a quello normalmente in carta dei vini, per la Rassegna. Tutti i piatti presenti nei menu si baseranno su ricette tradizionali e prodotti del territorio. Le ricette dei piatti proposti da ogni ristorante saranno pubblicate dai GRASS sul loro sito internet, sui social media ad esso collegati (es. Facebook, Instagram, ecc.) e su un eventuale ricettario cartaceo. Per ogni ricetta pubblicata verrà indicato il ristorante che l’ha fornita. Non potevano mancare visite e degustazioni di vini presso le aziende vitivinicole del piacentino, così, ogni domenica, per tutto “l’Utùbar GRASS” è previsto un appuntamento con una cantina differente

vai alle notizie


 
  Le Guide Enogastronomiche

La Guida ai Ristoranti e alle Trattorie

Trattoria Belvedere

Località Magnano di Carpaneto (PC)
tel.  0523/852880
Chiusura: mercoledì

Per arrivarci: Da Piacenza prendere la provinciale per Carpaneto, superato questo paese proseguire per un chilometro circa fino a Ciriano, qui girare a destra di fronte alla chiesa e proseguire per poco più di dieci chilometri.
Parcheggio: Il ristorante è dotato di un piccolo parcheggio, altrimenti si parcheggia lungo strada.
Coperti: 120+25

data ultima visita: 10/2018



La trattoria Belvedere di Managno è un'oasi della cucina casalinga dove si può gustare tre generazioni a confronto: Monica in sala, sua madre Giuliana a supervisionare, e Martina in cucina. Vi si possono gustare piatti della tradizione dai più semplici ai più ricercati, in un ambiente tranquillo, serviti con la premura e l'affabilità di Monica. Il locale ha sede nella vecchia osteria della frazione di Magnano, a fianco della quale è stato costruito, una decina di anni fa, una grande sala che ha notevolmente aumentato la sua capacità ricettiva. D'estate si può cenare sulla bella terrazza che, attraverso la val Chero, guarda la pianura con una vista incantevole ed ha come quinte il castello di Magnano e i boschi di querce e di carpini.
La cucina è tradizionale, di sostanza ed è legata alle stagioni. L'antipasto è uno solo, e consiste in salumi misti piacentini con l'aggiunta di prosciutto crudo e culatello, sott'oli, verdure grigliate e cipolline agrodolci. Stagionalmente sono proposti alcuni altri piatti: per esempio d'estate si trova prosciutto e melone. Tra i primi non mancano tortelli piacentini con la coda, anolini e pisarei e fasò, ma si può anche scegliere tra maccheroncini zafferano e funghi e pappardelle vegetariane (molto apprezzati); il mio piatto preferito in assoluto sono i tortelli di patate con il ragù d'anatra. Tra i secondi si trovano arrosti di anatra e faraona, coniglio alla cacciatora, picola di cavallo, trippa alla piacentina e altri piatti legati alla stagione; d'inverno imperdibile il cotechino con le verze e il salame cotto con la mostarda. Da segnalare la varietà dei contorni, che oltre a patate e insalata mista, comprendono - a seconda della disponibilità - anche l'insalata di funghi e l'insalata russa, della quale, come sapete, non ce n'è mai abbastanza. C'è vasta scelta anche tra i dolci, semifreddi e torte, tra le quali spicca per bontà quella pere e cioccolato, un ottimo semifreddo, e una sedicente "torta piacentina" che però a Piacenza non si è mai vista (comunque ottima).
Per il vino ci si può affidare a quello del ristorante, molto rustico ma gradevole, oppure ad alcune etichette locali. Ideale per una cena semplice fuori porta, anche in un bel gruppo.

Per un pasto completo si spendono circa 35 € al massimo, cifra onesta e ormai rara per un servizio del genere.

Carte di Credito: Le principali + bancomat


Antipasti Salumi
Primi Secondi
Dolci Vino
Quantita' Ambiente
Prezzo Voto Globale

(discreto -buono -ottimo -non plus ultra )

Confraternita dei Grass - Piacenza - C.F. 91078890331
Tutti i diritti di sfruttamento sono riservati