Antica Trattoria Cattivelli


http://www.trattoriacattivelli.it
Loc. Isola Serafini di Monticelli
tel. 0523-829418
Chiusura: Martedì sera e il Mercoledì


Per arrivarci: da Piacenza prendere per Cremona, appena prima di entrare a Monticelli si seguono le indicazioni sulla sinistra per Isola Serafini. Dalla A21 si esce a Caorso e si prende la SS10 per Cremona, poi si prosegue come detto sopra. Si parcheggia comodamente nel parcheggio riservato davanti al ristorante.

Parcheggio: Si parcheggia davanti al locale senza problemi.

Coperti: 250

data ultima visita: 11/2016


La trattoria Cattivelli si trova in una posizione unica, su un isolotto in mezzo al Po accanto al bacino idroelettrico. Anche la strada che conduce al locale è molto suggestiva, specialmente la sera, nell’oscurità del grande fiume. Proprio questa peculiare ubicazione influenza la cucina del locale, che non offre solo i piatti di terra tipici della cucina della bassa piacentina, ma anche diverse pietanze a base di pesce di fiume. Il locale, molto grande e con un bel giardino, si trova dopo qualche curva lungo una stradina poco frequentata.
Nel menu vengono messi in rilievo i piatti realizzati con ingredienti prodotti localmente e viene posta grande attenzione alle materie prime utilizzate e alla loro stagionalità. Così, durante la nostra ultima visita autunnale, tra gli antipasti si potevano scegliere, oltre ai salumi – coppa e salame di produttori locali o culaccia stagionata nelle cantine del ristorante – anche uno sformato di zucca ed un interessante budino di cacio del Po con funghi porcini. Tra le proposte di fiume c’erano poi l’anguilla marinata (buratèi) ed il luccio con salsa di verdure della Bassa.
Dalla lista dei primi abbiamo scelto i maccheroni caserecci di farina biologica fatti al torchio con funghi porcini e zucca, veramente ottimi. Non mancano ovviamente pisarei, anolini e tortelli piacentini di ricotta e spinaci. Tra i secondi invece non mancano carni a lunga cottura come lo stracotto d’asino con polenta o le lumache alla piacentina, oppure preparazioni con pesce di fiume. Dal lungo elenco noi abbiamo scelto cosciotto d’oca rosolato al forno con patate e filetto di maialino da latte in crosta di coriandolo rosolato al miele di acacia, entrambi buonissimi.
Per finire la cena si può scegliere una selezione di formaggi nazionali oppure uno dei dolci della lunga e curata lista. In particolare noi abbiamo deciso di assaggiare la torta al cioccolato con crema al mascarpone: una vera delizia.
La carta dei vini è molto ampia, permette di scegliere etichette locali, nazionali ed estere, servite anche in mezze bottiglie o al bicchiere, e contempla anche un ampio catalogo di distillati.


Il conto per una cena va dai 40,00 ai 50,00 euro a seconda dei piatti che si scelgono e data la rarità delle pietanze offerte sembra adeguato.

Carte di Credito: le principali + bancomat



Antipasti Salumi
Primi Secondi
Dolci Vino
Quantita' Ambiente
Prezzo Voto Globale
( discreto - buono - ottimo - non plus ultra )
Confraternita dei Grass - Piacenza.
Tutti i diritti di sfruttamento sono riservati.