Ristorante La Rovere Grossa


Loc. Pieve di Montarsolo di Marsaglia (PC)
tel. 0523 / 93.91.26
Chiusura: lunedì


Per arrivarci: da Piacenza prendete la SS 45 di Val Trebbia oltre Bobbio. A Marsaglia seguite la strada verso Genova, pochi chilometri dopo (sorpassata una curva a gomito con la casa cantoniera) si sale a destra per Pieve di Montarsolo. Dopo qualche chilometro si arriva in paese, il ristorante è sulla destra, non si sbaglia.

Parcheggio: Parcheggio della Pieve di fronte al locale

Coperti: 80/100

data ultima visita: 04/2016


I comuni mortali frequentano questo locale per i pranzi domenicali più arditi, ma se siete più intraprendenti passate di là un giorno infrasettimanale. Il ristorante si trova in una piccola frazione che si raggiunde salendo dalla statale della Val Trebbia ben dopo Marsaglia, ed inerpicandosi ancora per diversi chilometri, a pochi passi dall'antica pieve e da un recinto che protegge uno degli alberi più antichi d'Italia: una quercia ultramillenaria, che è un ottimo alibi per una passeggiata postprandiale per agevolare la digestione. Può essere considerato a tutti gli effetti un avamposto dei carboidrati ai confini tra terra e cielo.
L'ambiente è rustico e semplice come si addice ad ogni trattoria alto collinare che si rispetti, con il bancone del bar all’ingresso e i tavoli per giocare a carte. Superato il bar si accede alla grande sala da pranzo arredata in modo gradevolmente retrò.
Tutte le volte che siamo stati il menu era deciso: se ti siedi a tavola ricevi tutte le portate che escono dalla cucina quel giorno (e sono tanti, tutti i giorni della settimana e tutte le settimane dell'anno). Le caraffe di vino rosso frizzante vi attende al vostro tavolo, e se lo finite viene sostituito dal personale in sala senza battere ciglio.
Gli antipasti già lascerebbero sazierebbero un normale avventore: coppa, salame (ottimo), pancetta, crudo, insalata russa, frittatine e preparazioni calde, sottoli ecc…
Vengono di solito serviti tre primi, come i pini o pinoli (gnocchi verdi di ricotta conditi con funghi e salsiccia) e pisarei e fasò. Arrosti misti come secondi e costine. Dolce a scelta tra semifreddi e torte fatte in casa (ottimo e ricchissimo il salame di cioccolato). Una volta sono stato a Pasquetta e nella pausa tra primi e secondi era stato misericordiosamente un sorbetto alla mela verde (ma forse).
Caffè, ammazzacaffè, acqua e vino sfuso della casa (casalingo): 25€.

Per un normale pasto completo si spendono comunque sempre meno di 30 €.

Carte di Credito: Bancomat e le principali



Antipasti Salumi
Primi Secondi
Dolci Vino
Quantita' Ambiente
Prezzo Voto Globale
( discreto - buono - ottimo - non plus ultra )
Confraternita dei Grass - Piacenza.
Tutti i diritti di sfruttamento sono riservati.