Rifugio Lago Nero


Localita' Monte Armano, 1, 29024 Selva PC
tel. 333-3354935; 339-5491112
Chiusura: Varia con la stagione.


Per arrivarci: da Piacenza: Si percorre la Strada Provinciale n.654 della Valnure; superate Bettola, Farini e Ferriere, poi ancora Selva, ad un chilometro circa dal passo dello Zovallo il rifugio appare alto sulla destra rispetto alla carreggiata, alla fine di una curva a destra piuttosto decisa.

Parcheggio: Si accede al parcheggio interno salendo la rampa che dalla statale porta al Rifugio, se non c’e’ posto si può parcheggiare lungo la statale, nelle piazzole dedicate alla sosta dei cercatori di funghi.

Coperti: 140

data ultima visita: 09/2016


Il Rifugio Lago Nero offre ospitalità unita all’ottima cucina; a solo mille metri dal passo dello Zovallo, punto di partenza di numerosi sentieri tra i boschi, è una meta abituale di escursionisti e buongustai. Dal Rifugio parte un sentiero che porta direttamente al Lago Nero.
La costruzione, solida ed imponente, è stata restaurata qualche anno fa e dispone di camere comode, con bagno, oltre ad ampli spazi per riunirsi, la cucina è modernissima.
Il locale rimane aperto da maggio a dicembre, di solito nei fine settimana durante la bassa stagione.
Carlo, storico pilone prima e allenatore poi del Piacenza Rugby da Serie A, ha trasferito le sue doti di concretezza e agilità in cucina, della quale prende possesso alla sera e solo dopo avervi intortati per tutto il pomeriggio con aneddoti e aperitivi.
I risultati sono ottimi, piatti gustosi, preparati con passione e serviti in sala da Daniela, che gestisce il Rifugio insieme a Carlo.
Antipasti di salumi misti provenienti dai produttori della zona, primi piatti di pasta fatta in casa, secondi di carne, di solito selvaggina oppure anch’essa proveniente da allevamenti della zona; i piatti variano a seconda della stagione e dalla disponibilità delle materie prime, e vengono scritti ed elencati da Daniela al tavolo. Vengono proposte periodicamente serate a tema, come quella dedicata alla paella.
Noi abbiamo avuto la possibilità di gustare uno straordinario risotto mantecato con formaggio di Santo Stefano d’Aveto e riduzione di aceto balsamico, tagliatelle ai funghi porcini freschi e polenta con un delizioso cinghiale tenerissimo.
Abbiamo scelto vino sfuso della casa, ma erano presenti numerose bottiglie delle principali cantine piacentine e non. Per dolce abbiamo preso crostata di frutta.


La spesa per pernottamento, cena e prima colazione è stata di 40 euro a testa.

Carte di Credito: Bancomat



Antipasti Salumi
Primi Secondi
Dolci Vino
Quantita' Ambiente
Prezzo Voto Globale
( discreto - buono - ottimo - non plus ultra )
Confraternita dei Grass - Piacenza.
Tutti i diritti di sfruttamento sono riservati.